ECUADOR


Civiltà e cultura

Ecuador|0

NOTIZIE UTILI

PASSAPORTO E VISTO

È sufficiente essere in possesso di passaporto valido per almeno 6 mesi dalla data di partenza.

CLIMA

La Bolivia, l'Equador e il Peru' sono caratterizzati da una notevole varietà di climi, che cambiano in base alla zona visitata ed al periodo. In generale si può dire che l’inverno (che coincide con la nostra estate) è il periodo migliore, con clima secco e sole caldo, anche se le escursioni termiche sono molto forti, mentre l’estate (dunque il nostro inverno) è decisamente più piovosa; le stagioni intermedie sono entrambe valide.

FUSO ORARIO

L’ora di La Paz è in ritardo di 5 ore rispetto a quella di Roma, quella di Lima e Quito di 6 ore. Durante il periodo dell’ora legale, questa differenza sale di un’ora.

CONSIGLI SANITARI

Per i viaggi in Perù non è necessaria alcuna vaccinazione. Le autorità sanitarie raccomandano la vaccinazione contro la febbre gialla e la prevenzione antimalarica per le persone che partecipano a spedizioni nella selva amazzonica. Queste precauzioni non sono necessarie per i viaggiatori che rimangono negli alberghi turistici. Da non dimenticare un disinfettante intestinale e la crema solare. È consigliata una adeguata assicurazione integrativa per le spese mediche.

ALTITUDINE

In Perù e Bolivia si raggiungono altitudini considerevoli: Arequipa: 2.100 m. slm; Machu Picchu: 2.450 m.; Cusco: 3.400 m.; Puno: 3.850 m.; Canyon del Colca: 3.650 m. (ma per arrivarci bisogna valicare un passo a 4.800 metri), La Paz 4.100 m., altopiano boliviano 3.800/4.800 m. In Ecuadòr l’altitudine media è leggermente più bassa. L’altitudine comporta spesso lievi disturbi ai viaggiatori (il cosiddetto ‘soroche’, il mal d’altura), soprattutto nei primi giorni. Non si sono mai riscontrati fino ad ora problemi seri (il tutto si risolve con un po’ di mal
di testa e di nausea, che passano dopo poco tempo). Va però sottolineato che il viaggio è sconsigliato a chi soffra di disturbi cardiaci; si raccomanda comunque in ogni caso di consultare preventivamente il proprio medico.

CUCINA

La cucina andina è molto saporita e varia, è ormai ha raggiunto fama internazionale (Andean Fusion). Fra i piatti più tipici, la pachamanca (pezzi di carne avvolti in foglie di banano e cotti sotto terra), la palta (torta di patate e avocados), il ceviche (pesce e frutti di mare marinati in salsa di laim). Sugli altopiani si possono gustare eccellenti bistecche di alpaca o purée di quinua, pianta d’altura. Sulle Ande, la varietà infinita di tipi di patate e di mais ha dato vita ad una quantità indescrivibile di gustose specialità. Il pisco sour, aperitivo a base di liquore d’uva e limone, è la bevanda più popolare, insieme all’Inka Cola (curiosa rivisitazione della Coca Cola in stile locale). Diffuso in tutta la sierra il celebre mate de coca, bevanda contro il mal d’altura.